BUCO BIANCO. Sinfonia per Ravenna

BUCO BIANCO SINFONIA PER RAVENNA
Concerto–paesaggio sonoro

Venerdì 3 ottobre, 21.30
Limonaia di Villa Strozzi

Un progetto di e con Luigi De Angelis e Sergio Policicchio

In collaborazione con E–production, Ravenna2019
Si ringrazia Circolo del Tennis Firenze 1898 A.S.D.

È possibile individuare il suono originario e fondativo di una città? Questo suono è lo stesso che gli animali che oggi ne popolano il territorio ascoltavano anticamente? Ne sono essi stessi parte, corpo? È possibile isolarlo dai suoni generati dall’umano o si è definitivamente compromesso? Il progetto indaga, attraverso un’ampia mappatura, il corpo sonoro del territorio di una città. Ravenna è una città geograficamente unica che si presenta agli occhi dello straniero come un corpo inafferrabile, irriducibile, incommensurabile, labirintico. Già immerso nelle acque a partire dal suo nome originario (Ravenna, “fluire di acque”), il corpo sonoro di Ravenna è da sempre in continua metamorfosi, si proietta verso il mare e allo stesso tempo sprofonda in se stesso. Un corpo immaginale e sonoro sospeso, a metà dell’andirivieni perpetuo di acque tra le paludi e il mare, un corpo mantice, attraversato da forze opposte, aperto, tramite la sua porta sul mare, verso il lontano sulla società “sonora” in cui viviamo.